Sono state pubblicate sulla Gazzetta ufficiale della Comunità economica europea N. L.94/1IT del 28 marzo 2014 tre nuove direttive europee relative ad appalti pubblici, servizi e concessioni:

  • Direttiva 2014/24/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 26 febbraio 2014 sugli appalti pubblici e che abroga la Direttiva 2004/18/CE;
  • Direttiva 2004/25/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 26 febbraio 2014 sulle procedure d’appalto degli enti erogatori nei settori dell’acqua, dell’energia, dei trasporti e dei servizi postali e che abroga la direttiva 2004/17/CE;
  • Direttiva 2014/23/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 26 febbraio 2014 sull’aggiudicazione dei contratti di concessione.

Le tre direttive entreranno in vigore il ventesimo giorno successivo alla pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea e quindi il 18 aprile 2014 e gli Stati membri dovranno recepire le nuove disposizioni nella legislazione nazionale entro il 18 aprile 2016.

Si profila, quindi, un nuovo e pesante intervento sul Codice dei Contratti e sul relativo Regolamento.

Le nuove direttive in materia di appalti pubblici e concessioni garantiranno una qualità e un rapporto qualità-prezzo migliori. Sarà inoltre più facile per le piccole e medie imprese presentare offerte mentre diventeranno più severe le disposizioni in materia di subappalto.

Le nuove direttive modificano le norme attuali sugli appalti pubblici comunitari e per la prima volta, sono stabilite norme comuni UE in materia di contratti di concessione.