L’Expo 2020 verrà organizzata dalla città di DUBAI negli Emirati Arabi.

Il tema scelto per la manifestazione è il “Connecting Minds, Creating the Future” (“Connettere le menti, creare il futuro”), che celebra lo sviluppo globale secondo tre principi: mobilità, sostenibilità, opportunità.

I 168 membri della 154° Assemblea Generale dell’Ufficio Internazionale delle Esposizioni hanno bocciato le altre città che avevano presentato la propria candidatura: Ekaterinburg (Russia), Smirne (Turchia) e San Paolo (Brasile).

L’Expo si svolgerà tra ottobre e aprile 2021, in un’area di 438 ettari a Jebel Ali, una zona equidistante tra gli aeroporti di Dubai e Abu Dhabi. Sarà ospitato in una struttura tentacolare, che al termine dell’Esposizione sarà trasformata in un’università, centro di un distretto di istituti di ricerca che sorgerà tutto intorno, in un museo della storia nazionale degli Emirati e in un centro per le arti e per i convegni.

Secondo le stime presentate, il grande evento potrebbe creare 277.149 posti di lavoro per un investimento valutato in 6 miliardi di euro.

Sono stati stimati 25 milioni di visitatori per la manifestazione, che coinciderebbe anche con il 50° anniversario dalla fondazione degli Emirati Arabi.