Multi Development

Complesso polifunzionale “I PETALI DEL GIGLIO” – Reggio Emilia

Complesso polifunzionale “I PETALI DEL GIGLIO” – Reggio Emilia

Scheda Progetto

Servizio di controllo ispettivo per nuove costruzioni allo scopo di ottenere un
rapporto finale valido ai fini assicurativi.

Importo dei lavori: € 43.000.000

Committente

 

Multi Development

DESCRIZIONE DEL PROGETTO

Si tratta della realizzazione del nuovo complesso polifunzionale “I petali del Giglio” a Reggio Emilia.
L’opera è composta da una “piattaforma” che avvolge le strutture esistenti sui tre lati di intervento, destinata ad ospitare la Galleria Commerciale di Vicinato; sul fronte est della piattaforma sorge un corpo centrale che ospita il multiplex e che da quota 6,30 metri ragguinge quota 16,56 metri.
Al piano terra la galleria commerciale avvolge le strutture esistenti dello stadio sui lati nord, est e sud; dalla copertura di quest’ultima emergono tre corpi di fabbrica, due a pianta pseudoellittica nelle zone di raccordo tra i prospetti sud-est ed est-nord, mentre il terzo con pianta rettangolare, in corrispondenza della tribuna est.
I primi due corpi, di uguale altezza tra loro, presentano destinazioni d’uso differenti: la torre B (a sud) ospiterà uffici comunali, mentre la torre A (a nord) è destinata ad ospitare strutture ricettive; il terzo corpo, destinato a cinema multisala, presenta altezza inferiore rispetto ai primi due ma dimensione in pianta notevolmente superiore.
Le zone laterali monopiano sinistro e destro hanno una superficie di 2.390 + 2.490 mq, altezza fuori terra di 5,10 m, luce max solai di 12,90 m e luce max travi pari a 9,60 m.
Le zone monoplano di collegamento hanno una superficie di 5.360 mq, altezza fuori terra di 5,10 m, luce max solai di 12,40 m e luce max travi pari a 9,60 m.
L’edificio ospitante il multisala e le zone monopiano adiacenti hanno una superficie di 3.430 + 4.850 mq, altezza fuori terra di 6,30/16,56 m, luce max solai di 17,40 m e luce max travi pari a 14,40 m.

DESCRIZIONE DEL SERVIZIO SVOLTO

Missione M1: stabilità e resistenza meccanica1 degli elementi strutturali inteso come prevenzione del crollo e dei gravi difetti costruttivi.

Obiettivo del controllo
Il servizio di controllo ha lo scopo di normalizzare il rischio, con riferimento alla stabilità e alla resistenza meccanica delle parti d’opera oggetto del controllo, di rovina parziale o totale, di gravi difetti della struttura dell’opera, purché detti eventi siano derivanti, da un vizio del suolo o da un difetto di costruzione e che colpiscano parti dell’opera destinate per propria natura a lunga durata.

Viene inoltre fatto riferimento agli effetti di deformazioni e spostamenti delle strutture principali sui seguenti subsistemi tecnologici indissociabili dalle strutture stesse:

  • partizioni interne ed esterne orizzontali (solai) e verticali (elementi di facciata,
    tramezzi);
  • sistemi impiantistici indissociabilmente legati a queste opere, ovvero attrezzature e reti impiantistiche o parti di esse, la cui posa, o smontaggio, o sostituzione non può effettuarsi senza demolire o danneggiare l’opera o parti di essa.

Oggetto del controllo
Il servizio di controllo ha come oggetto le seguenti unità tecnologiche (con riferimento a UNI 10721 e UNI 8290):
Strutture portanti

  • Strutture di fondazione;
  • Strutture di elevazione verticali e orizzontali;
  • Strutture di contenimento/sostegno del terreno a carattere definitivo;
  • Strutture di collegamento (scale e vani ascensore);
  • Elementi strutturali singoli od isolati (torri, pali, camini, ecc.);
  • Coperture (limitatamente agli elementi portanti o, comunque, con un preciso funzionamento strutturale,tenendo adeguatamente conto, però, nella valutazione delle sollecitazioni, della loro interazione con le altre parti).